Corso di Studi in Ingegneria Alimentare

 

Il corso di laurea triennale in Ingegneria Alimentare, incardinato nella classe L-9, si pone l'obiettivo di formare una figura professionale orientata all'innovazione in campo industriale e tecnologico che sia esperta nella cosiddetta "seconda trasformazione" delle materie prime alimentari.

Questo obiettivo è conseguito attraverso specifiche azioni formative finalizzate a far acquisire agli studenti un ampio spettro di competenze specifiche. La base di partenza per la formazione di tale figura professionale è rappresentata dalle conoscenze di base proprie dell’ingegneria industriale, accoppiando ad esse conoscenze specifiche mutuate da altri settori di riferimento. 

Al laureato in ingegneria alimentare saranno demandati ruoli quali:

  • L’ingegnere di processo, in grado di pianificare e di gestire i processi di trasformazione industriale e trattamento delle materie prime alimentari per l’ottenimento di cibi e bevande che soddisfino i requisiti di qualità e sicurezza alimentare richiesti;
  • Il progettista di processo e di prodotto, non più esaminati separatamente, ma considerati come un tutt’uno che necessita di strumenti di analisi evoluti e moderni. Una figura professionale, cioè, che disponga delle competenze necessarie per attuare il miglioramento delle tecnologie esistenti nel settore alimentare e per rendere possibile l’innovazione di processo e di prodotto dell’industria alimentare, in un’ottica sostenibile; 
  • Il tecnico che, grazie alle solide competenze ingegneristiche e trasversali acquisite nel settore alimentare, sia in grado di condurre e dirigere un processo industriale di trasformazione e comprendere le problematiche dell’intera filiera alimentare, anche in campi non strettamente correlati con l’ingegneria di processo/prodotto; 
  • Il responsabile di produzione, in grado di gestire la filiera di trasformazione alimentare: dal ricevimento e stoccaggio in sicurezza delle materie prime, fino alla lavorazione, allo stoccaggio e alla distribuzione dei prodotti;
  • Il ricercatore industriale, esperto nelle tecnologie e nei processi utilizzabili per realizzare la cosiddetta “seconda trasformazione” delle materie prime alimentari e per ottenere prodotti industriali innovativi che rispondano alle specifiche richieste dalle normative e dal mercato.

Nello svolgimento della funzione, il laureato in Ingegneria Alimentare oltre alle competenze proprie della classe di laurea L-9, utilizza, specificamente, le competenze associate:

  • Alla conoscenza dei fenomeni chimici e di come questi influenzino le proprietà e le reazioni che coinvolgono i diversi costituenti (acqua, carboidrati, proteine, lipidi, additivi, etc.) presenti negli alimenti;
  • Alla identificazione dei principali microorganismi patogeni presenti negli alimenti e all’individuazione delle condizioni in cui tali microorganismi possono proliferare, ovvero essere disattivati, uccisi o resi innocui medianti processi adeguati allo scopo;
  • Alla definizione dei principi e dei metodi coinvolti nella produzione di alimenti e alla identificazione degli effetti che le condizioni operative utilizzate in un processo alimentare hanno sulla qualità e la sicurezza degli alimenti;
  • Alla conoscenza degli aspetti termodinamici, reologici, dei principi di conservazione (di quantità di moto, di energia e di materia) e delle operazioni unitarie coinvolti nella trasformazione delle materie prime alimentari per la produzione industriale di cibi e bevande;
  • All’individuazione delle tecnologie e dei processi industriali richiesti per ottenere un determinato prodotto alimentare, oltre che alla progettazione e al controllo di ciascuna unità di processo intesa, come costituente essenziale di un impianto di produzione alimentare;
  • Alla elaborazione di specifiche tecniche e metodologie (anche innovative) che prodotti e processi alimentari sono chiamati a soddisfare, tenendo anche conto di ciò che prevedono le normative vigenti in materia.

Maggiori informazioni circa l’ammissione al corso di studi in Ingegneria Alimentare saranno disponibili, a partire dalla prima decade del mese di luglio 2017, all’indirizzo: www.unical.it/ammissione

La domanda di partecipazione al concorso per l’ammissione al corso di laurea deve essere compilata esclusivamente on line sul sito: https://unical.esse3.cineca.it/ , a partire dal 1 agosto 2017.

Per ulteriori informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure 0984-496711 o 0984-496708.

Allegati:
Scarica questo file (Manifesto-Ingegneria-Alimentare.pdf)Manifesto-Ingegneria-Alimentare.pdf[ ]56 Kbcaricato il 28/06/17
Scarica questo file (Brochure ingegneria alimentare 2017-2018.pdf)Brochure ingegneria alimentare 2017-2018.pdf[ ]598 Kbcaricato il 06/07/17

Informazioni aggiuntive