Tirocini

Il Tirocinio (in francese "stage") può essere curriculare (quando dà luogo ad acquisizione di Crediti Formativi) o extracurriculare (a crediti zero o post-laurea). In entrambi i casi, la modulistica, le procedure e la normativa di riferimento rimangono invariate. In questa pagina trovi i moduli necessari per la richiesta di ammissione al tirocinio, si tratta della domanda di avvio  e del programma preventivo di massima che va firmato dal docente scelto come tutor accademico. Entrambi i moduli devono pervenire all'Ufficio stage del Dipartimento almeno 1 mese prima della data scelta per l'inizio dello stage.

Nei giorni successivi alla presentazione della domanda l'Ufficio stage comunicherà l'esito, e, in caso di approvazione, se il tirocinio è esterno, consegnerà al tirocinante il Progetto Formativo in doppio originale, questo documento va firmato dal tirocinante e dall'azienda e restituito all'Ufficio Stage.

Categorie ammesse​

Categorie ammesse

Requisiti richiesti

Durata

Durata

tirocinio interno

tirocinio esterno

Studenti iscritti a Corsi di Laurea triennale

1. Aver maturato il numero minimo di crediti fissati dal proprio Corso di Studio

Min: 1 mese

Min: 2 mesi

2. Che sia trascorso il primo giorno del terzo periodo del terzo anno

Max: 4 mesi

Max: 4 mesi

 Studenti iscritti a Corsi di Laurea Magistrale

Nessun requisito

Min: 1 mese

Min: 2 mesi

Max: 12 mesi

Max: 12 mesi

Neolaureati

Che il tirocinio si concluda entro 12 mesi dal conseguimento del titolo

Min: 3 mesi Max: 6 mesi

Dottorandi

Nessun requisito

Min: 3 mesi Max: 12 mesi

Obiettivi Tirocini

Il tirocinio consente, o potrebbe consentire, di raggiungere una serie di obiettivi; l’obiettivo minimo è l’assolvimento dell’obbligo a svolgere uno stage previsto dal piano di studio individuale, con la relativa acquisizione dei crediti formativi corrispondenti.

Un obiettivo un po’ più ambizioso potrebbe essere quello di “approfittare” del periodo di stage per iniziare a lavorare alla stesura della tesi di laurea: nulla vieta di far coincidere l’argomento della tesi con l’argomento di tirocinio che potrebbe rappresentare la parte applicativa/sperimentale della propria prova finale.

Un obiettivo ancora più ambizioso è tentare l’inserimento nel mondo del lavoro, utilizzando il tirocinio non solo come esperienza da inserire nel proprio curriculum, ma come un periodo di formazione/prova per inserirsi proprio nell’azienda che ci ospita come tirocinanti.

Requisiti e durata

Per avviare il tirocinio bisogna aver acquisito almeno 120 CFU sui 180 previsti dai Corsi di Studio triennali, non ci sono vincoli per i Corsi di Studio Magistrali. Ha una durata minima di 1 mese se è interno, di 2 mesi se il Soggetto Ospitante è esterno. La durata massima è di 4 mesi per iscritti a Corsi di Laurea, di 12 mesi per iscritti a Corsi di Laurea Magistrale e di 6 mesi per i neolaureati che devono comunque concludere le attività di tirocinio entro 1 anno dal conseguimento del titolo.

Tipologie Tirocini

Tirocinio INTERNO Se si decide per il tirocinio interno, dopo aver contattato un docente disponibile a svolgere il ruolo di tutor accademico, si concorda con questi l’argomento da trattare, la struttura ospitante (un Dipartimento o un Laboratorio), la data di inizio e la durata. Dopodichè si può passare alla fase 1: Avvio del tirocinio. Tirocinio ESTERNO Se si decide per il tirocinio esterno la prima cosa da fare è consultare l’Albo dei Soggetti Ospitanti, (sul sito: Aziende Convenzionate), con l’obbiettivo di individuare una rosa di aziende possibili soggetti ospitanti. Innanzi tutto bisognerà verificare che l’azienda chieda di ospitare tirocinanti del Corso di Laurea frequentato dall’aspirante tirocinante. Lo studente sceglierà poi (in base alle sue preferenze sul settore di attività, sulla sede, sui servizi offerti), quali aziende considerare “buone” e quali scartare. Si arriverà così ad avere un Albo Soggetti Ospitanti personale che conterrà da 5 a 15 aziende ordinate secondo le proprie preferenze. Il secondo passo è la scelta del tutor accademico, si consideri che può svolgere il ruolo di tutor accademico un qualsiasi docente del Dipartimento. Al Prof. ci si propone come tirocinante e, ottenuta la sua disponibilità, gli si mostra la lista di aziende selezionate dall’Albo e gli si espongono i propri obiettivi; il prof., avendo probabilmente già seguito altri tirocini, avrà una conoscenza personale e diretta delle aziende, conoscenza di certo più approfondita rispetto alle (poche) informazioni pubblicate sull’Albo e sarà quindi in grado di indirizzare il tirocinante verso l’azienda più “giusta”. A questo punto bisogna contattare le aziende per verificare la loro disponibilità. Sarebbe opportuno che il primo contatto avvenisse tramite il tutor accademico. Se l’azienda rifiuta di ospitare il tirocinio si passa alla successiva finché non si trova l’azienda disponibile. Ora l’azienda potrebbe: Punto 1. Accettare subito il tirocinante: in questo caso si può già concordare l’argomento del tirocinio e la data di inizio, l’azienda fornirà il nominativo del tutor aziendale col quale ci si accorderà sull’orario giornaliero di presenza. Successivamente si può passare alla fase 1: Avvio del tirocinio. Punto 2. Chiedere un curriculum dell’aspirante tirocinante e/o fissare un colloquio selettivo per poi: a) dare seguito al tirocinio secondo le modalità illustrate al punto 1; b) rifiutare il tirocinante che dovrà perciò tornare alla lista di aziende passando a contattare la successiva. Può anche succedere che il Prof. o il tirocinante propongano un’azienda non ancora convenzionata con il Dipartimento, in questo caso se l’azienda è disponibile bisognerà stipulare una nuova convenzione, e poi attivare il tirocinio per come descritto al punto 1.

Stipula Convenzione Tirocini

L’azienda deve far pervenire all’Ufficio stage del Dipartimento il modulo di “Manifestazione d’Interesse” (scaricabile dal sito, nella sezione Guida e Modulistica), compilato e firmato dal rappresentante dell’azienda stessa, allegando del materiale illustrativo sull’attività svolta (brochure, depliant, cataloghi, presentazioni pps, o anche una breve relazione all’uopo redatta). Tutto il materiale sarà vagliato dalla Commissione stage e, se l’azienda sarà ritenuta didatticamente congrua (ovvero idonea ad ospitare tirocini formativi per i Corsi di laurea richiesti), la richiesta sarà approvata e inviata al Consiglio di Dipartimento per la ratifica, dopo quest’ultimo passaggio l’Azienda e Dipartimento sottoscriveranno la Convenzione (è compito dell’Ufficio stage redigerla in doppio originale sulla carta intestata del Dipartimento e provvedere a farla firmare), e così l’Azienda sarà inserita nell’Albo Soggetti Ospitanti. Da questo momento l’azienda è attiva.

Copertura Assicurativa Tirocini

Ultima modifica il Giovedì, 06 Aprile 2017 12:14 La Copertura assicurativa è a carico del Soggetto Promotore del Tirocinio (L’Università). Il Tirocinante è coperto da tre polizze: una contro gli infortuni sul lavoro, una per la responsabilità civile e una per le malattie professionali.

Contatti

Resp.Ufficio stage DIMES: Dott.ssa Antonella Soloperto, email:  antonella.soloperto@unical.it

 

Regolamento

Modulistica Tirocini

Studenti:

I documenti relativi alla Fase 1 dovranno pervenire all'Ufficio Tirocini 30 giorni prima dell'inizio del tirocinio.

I documenti relativi alla Fase 3 dovranno pervenire all'Ufficio Tirocini entro 15 giorni dalla fine del tirocinio.

Aziende:

Università della Calabria - Area di Ingegneria - DIMES (Dipartimento di Ingegneria Informatica, Modellistica, Elettronica e Sistemistica)